Barbaresco

Denominazione di Origine Controllata e Garantita

Manzola.

Barbaresco Manzola.

Nasce dai grappoli di Nebbiolo raccolti in Manzola, una delle microzone più storiche del Barbaresco. Il suo colore rosso granato brillante ed intenso precede l’ampio bouquet floreale; in bocca è sapido, austero ma già elegante in gioventù ed assumerà negli anni i caratteri della completa armonia. Dopo un’adeguata ossigenazione, offre il meglio di sé con arrosti, brasati, coniglio, agnello, formaggi a pasta dura e, se affinato almeno 10 anni con pasticceria secca.
In Langa: “Ravioli del plin al sugo d’arrosto“.

Vitigno: 
Nebbiolo (Lampia e Michet).
Area: 
Manzola del comune di Treiso, Piemonte.
Anno dei vigneti: 
1998.
Terreno: 
Calcareo-argilloso con affioramenti di strati sabbiosi.
Esposizione: 
Sud-ovest.
Altitudine media: 
230 m slm.
Affinamento: 
24 mesi in botti di rovere; 6 mesi in bottiglia.
Temperatura di servizio: 
18° C.